donne a caccia

molte donne cacciatrici sul nostro territorio danno vita ad associazioni e gruppi che evidenziano come la caccia non appartiene solo all’uomo, manoscritti e testi storici testimoniano che la dea della caccia per eccelenza era propio raffigurata da una donna, pronta con l’arco a scoccare la freccia verso la sua preda.
diana la dea della caccia ci porta alla mente che la caccia ha bisogno delle donne, ed è per questo che elogiamo le cacciatrici che amano tramandare la propria passione per la natura e la caccia, sicuramente in grado di unirsi a diferenza dell’uomo, per trasmettere a quella parte di persone che non sanno quello che ruota intorno al nostro mondo, con una dovuta informazione possono considerare la caccia come un mezzo di gestione di un territorio, e un aiuto indispensabile per la natura.
un elogio va fatto al gruppo cacciatrici trentine, che con l’amore per la caccia e la natura, riescono con diverse manifestazioni a portare qelle persone lontane dal nostro mondo a toccare con mano una realta che la caccia è ed è sempre stata, amore per il territorio e non distruzione.
comunicando alle istituzioni, enti publici e scuole, con l’aiuto di guardiacaccia, danno lezioni sugli animali e il loro habitat mostrando tutto quello che la natura ci regala, e con disegni e creazioni di giochi di gruppo i bambini e le loro insegnanti riescono a capire il rapporto importante tra la natura e l’uomo.
una volta finita la lezione tornando a casa i bambini portano con loro un esperienza che possono trasmettere ai genitori, dimostrando che la caccia è il primo passo che unisce la natura e l’uomo.